Categoria: ‘General’

Svegliatevi domani,
disperati del globo,
ed uccitete tutti
 
il vigile che fa la multa a un altro
il pignoratore di un altro
il cementificatore
il cravattaro
tutti
quelli che hanno qualcosa più di voi
compreso me, che ho la carta e una tastiera e un cazzo tanto
e solo ciò e tutto qua,
senza pietà (quella
ch'essi non hanno)
il sindaco l'oppositore il moralista
quelli alla festa alla disco
quelli che stanno cercando cocaina
e i vegani con l'i-phone
e tutti, anzi essi in primis, quelli all'outlet
e tutti i bloggers e gli hackers
e tutti quelli nel traffico su gomma
e quelli che vanno a piedi per sentieri prima di ritornare nell'ufficio
e chi fa yoga se è bianco
 
Vi sentirete stanchi
(questo è umano)
al termine della mattanza
 
Ma, poi, che liberazione
e che bel sole, oggi, sul deserto
 

(c) apolide sedentario 197?-201?
DOWN DOW FOREVER
A inizio anni Duemilaeshiro, in quel di Erba vicino a Olindo e Rosa un benzinaro venne acciso a freddo per prelevargli le accise in una rapa. Gli abitanti di Erba se la presero con i Rumeni: "Appena li becchiamo li ammazziamo". Ma gli inqui(nati)renti poi arrestarono i responsabili veri della morte del benzinaro: due sedicenni stronzi itaglianissimi. Gli Erbesi dismisero subito gli intenti di capitali spedizioni punitive.
Ora una minorata minorenne di buona famigghia qattolica itagliana va a farsi sverginare da un gagnetto. Poi non sa come dirlo alla famigghia che s'è perduta l'imene in una voglia di cazzo. Potrebbe non dirlo proprio, ché nessuno la sera le controlla quella fregna. Oppure potrebbe dire che ha chiavato, e che ha goduto, che è tutta salute. Ma il Vaticano vuole l'esclusiva del sesso con i minori, ben sappiamo, e non consente i rapporti consensuali tra giovani clericali non sposati. Perciò lei si dice "stuprata" alla famigghia pebbbene.
Partono dei coglioni non sborranti e vanno a incendiare i Rom.
I Rom non hanno bisogno di stuprare: le regazzine Rom appena la pubertà le rende conscie di quanto hanno tra le cosce per godere la danno al cuginetto od al vicino di camper al campo nomadi. Poi sfornano figli, e questo è sì un problema, ma sempre meno che essere appaiate alle pischelle itagliane ipocriterrime, tutte mariegoretti in intenzione, e tutte puttane esibizioniste in internet o ai casting mediaset o ai centri commerciali.
Occhio per occhio, rogo per rogo. A fuoco in pubblica piazza quei leghisti che hanno tentato la strage dei gitani.
Nel mentre altri fanno conti sulle aliquote, con un 5% che detiene l'intera ricchezza mondiale, e che tassato o no fa il Paperone, e l'unica soluzione è aprire breccie nel suo deposito, e andare a piene mani ad arraffare ciascuno la sua parte, Rom e punkacci uniti nel colpaccio.


(c) Apolide Sedentario 2011
DOWN DOW FOREVER
chi non legge FRIGIDAIRE e IL nuovo MALE è sciemo 
L'importante è volontariamente non partecipare.
Questo sito l'anno scorso ha compiuto 10 anni. Li ha compiuti sito sito, aumma aumma. Ma nel senso pardecazzi.
Trovo percaos un sito (tra i tanti, scopro) che valuta – mudis dei (killthe)poveri – il valore di merdato dei siti.
La mia indaginecologica di mercato su questo pezzo di storia undecennale mi fa scoprire che siamo valutati 35 centesimi di dollaro al giorno (circa 10 dollari al mese).
Il valore, pur centesimale, dell'esistere nell'immateriale.
Venti anni fa morì un amico ventenne in quel di Londra. Per il trasporto in itaglia della salma si dovettero sborsare 15.000.000 delle vecchie lire, circa 10.000 dollari attuali.
La morte è un investimento molto migliore di scrivere (o ancor peggio leggere) tutto ciò. Era meglio morire da piccoli, cari(ssimissimi) capi talisti.
E' finito il denaro, la crisi della separazione, dio è morto, io mi sento benissimo.
 

(c) Apolide Sedentario 2011
DOWN DOW FOREVER
morta vincenzi u belin cu te neghe
chi non legge Frigidaire e IL nuovo MALE è sciemo e anche emo che è pure scipeggio
"Allerta 2" è un pacchiano insulso meschino errore comunicazionale e semiologico. Il "2" è simbolo di passaggio: nel conto alla rovescia viene tra il "-3" e il "-1", segnalando che ci si avvicina all'accensione dei razzi imminente, ma non ancora attuata. Nel conto alla dritta viene tra "un" e "tre", e segnala che si sta per scattare, ma appunto non lo si è ancora fatto. Un due tre via (o stella). Non "uno due via".
Detto ciò, a Ge No Va non c'era motivo di alcuna allerta. Sono caduti 300 mm d'acqua, 600 in meno di quelli dell'alluvione del 1970. Piuttosto c'è un torrente (il Fereggiano) che come il Bisagno e il Polcevera è stato reso sotterraneo da urbanizzazioni capitaliste, ed è uscito dai tombini, uccidendo tanto per cambiare donne e bambini Albanesi.

continua … »
E' stato quel qoglione del muratorduista piduista milanoduista a far ammazzare Simoncelli. La Massoneria usa l'esoterismo simbolico a motore imm(ond)omobile del suo burattinare la realtà, in patetico ma letale impulso filosofale corrotto dalla smania di potere. Ma nella Massoneria attuale, anch'essa come tutto svenduta al Soldo (l'occhio triangolarpiramidale del Dollaro è il peccato originale), ci si dimentica evidentemente di spiegare agli iniziandi che col fuoco elementale non si gioca. Da cui il "Sic transit gloria mundi" pronunziato dal pirla arcoriano parlando ipocritamente di Gheddafi ha (come un battito d'ali di farfalla amazzonica) incastrato la mano del "Sic transitante" (ovvero del pilota di moto) sull'acceleratore, deviando la caduta dalla tangente. Scherza coi fanti ma lascia stare i motomuniti, disse Licio al fratello Silvio pochi minuti dopo l'incidente (troppo tardi).
 

(c) gran(defigliodiputtanamacheamicoperme)maestro Apolide Sedentario 2011
DOWN DOW FOREVER
MORITURA LIBERA MURATORIA
Traparentesi tripolentesi: Gheddafi è stato sparato alla tempia da un U.O.M.O. N.A.T.O. che poi ha ficcato pistola dorata e taglia milionaria in mano al pischello con la maglietta Love durante l'interruzione del filmato.
 

(c) Apolide Sedentario 2011
DOWN DOW FOREVER
Quando il Sistema del (e delle) Capitale/i crolla, io e le tope balliamo. Lubriche lubrificazioni, altro che scontri.
Chi si incazza per la crisi del nemico è un masochistico Qoglione.
A casa rini (abitante in Viafffanculo, Veneto). Il viola porta sfiga, l'azzurro vince partite a tavolino. Io gioco a Subbuteo. Gioco di dito, io, preparando la por(c)a avversaria al mio infilarla.
La libbbertà sei schiavi-Tu, Tu indignagnagnato succube della Neolingua. Io sempre con la mia sana Vecchialinguaccia.


(c) Apolide Sedentario 2011
DOWN DOW FOREVER
chi non legge FRIGIDAIRE è sciemounito
A morte i bloggers.

 Obbligo di replica (da me sempre accettata – vedasi intravista a Giorgio Conte – per semplice divertita sportività dialettica, non certo per imposizioni sistematiche), ma soprattutto divieto di replicazione ulteriore di questo agonizzante travaglio del bispensiero, illusoria e infame e internettiana (dunque pentagonalmente ammmericana) surrogazione dell'azione intellettiva. 

Per anni ho scritto post rivolti NON ai lettori, ma ai controllori sistematici, affinché sapessero che la mia Rivolta era individuale, quindi da loro ingestibile, poiché folle (fuor dalle folle) e caoticamente partorita da una brodaglia chimico-ghiandolare.

L'unico scopo era a Loro far sapere che 2+2 lo decido io, di volta in volta, quanto fa.

Non certo comunicare.

continua … »
Il "batterio killer", ceppo modificato del comunissimo merdoso Escherichia Coli, è palesemente il risultato dell'adeguamento cromosomico batterico alla modificazione genetica dei prodotti ortofrutticoli multinazionali neoliberisti altresì detti OGM (organismo geneticamente modificato genera organismo geneticamente modificato).
A forza di lavarsi le mani il Batterio Barabba evade di galera, lascia sul Golgota il contadino biologico Emmanuele detto Cristo, e Napisan non può più farci un cazzo.

— (c) Apolide Sedentario 2011 DOWN DOW FOREVER

Tu quoque, Mario, figlio del Commissario Calabresi. Proprio tu, il cui assassinio del padre resta appunto, a 40 di distanza, risolto solo sui generis, con le condanne a Bompressi, Pietrostefani, e a quell’entrista di Sofri, in ricostruzione carente dell’evento (l’impermeabile perso nelle indagini per evitar le perizie circa i fori dei proiettili, e il pentitismo posticcio di un militante di secondo piano), proprio tu fai difesa assai zelante delle “versioni ufficiali”, e attacchi i “complottisti” nel tuo lungo editoriale su Bin Laden.

continua … »