Categoria: ‘giornalisti del cazzo’

La montagna ha partorito la mascherina



(c) apolide sedentario 2020
DOWN DOW FOREVER
34

against global reclusion

 

Make Love Not Virus



(c) apolide sedentario 2020
DOWN DOW FOREVER
34

against global reclusion

 

Dopo Ustica, la più grande e continuata nei decenni fake italica è senz’altro il caso Emanuela Orlandi.
Ad esso venne collegato dalla fucina fake vaticana il caso dell’attentato di Alì Agca a Giovanni Paolo II, che proferì la fakegnius più onnipotente di tutte dichiarandosi salvato da uno dei Segreti di Fatima (e in questo appropriandosi della santità di Monsignor Romero, solo recentemente “con una pezza” messa dai conduttori delle Messe con la santificazione tardivissima).
L’attentato di Agca a Woitilaccio nulla c’entrò mai con la pischella Orlandi vittima semmai delle morbosità cardinalizie di Marcinkus.
Anzi: Agca nemmeno lo avrebbero mai beccato, essendo la mano di una congiunzione astrale di Servizi Segreti vaticani, itagliani, turchi, ammmericani e chissàqualaltri.
Agca avrebbe dovuto sparare (non possiamo dire se mancando volutamente organi vitali o uccidendo il Polacco) e fuggire indisturbato.
Non fosse che una imprevistissima SUORA coraggiosissima lo vide correr via e lo arrestò di spontanea iniziativa, MANDANDO DI FATTO ALL’ARIA UN PIANO INTERNAZIONALE POTENTISSIMO.

Da La Repubblica del 17-09-2015:
” Suor Letizia Giudici, al secolo suor Lucia, nata a Vilmaggiore di Scalve, paesino della bergamasca, ha 64 anni, di cui 54 vissuti a Genova nel convento delle Suore Francescane a San Fruttuoso, ai piedi della Madonna del Monte. La vita di suor Lucia viene terremotata alle 17.17 del 13 maggio 1981. Da quel momento una suora missionaria di 30 anni, impegnata nell’insegnamento in una scuola elementare di Genova e negli studi presso la Pontificia Università “Antonianum” di via Merulana a Roma, finisce, suo malgrado, al centro dell’attenzione. È lei che balza addosso ad Ali Agca, e lo blocca pochi istanti e pochi metri dopo quei colpi di pistola che avrebbero potuto uccidere Giovanni Paolo II e cambiare il corso della storia.”

Se aspettavamo i tuttori della lecce e i decretini siculrezza avrebbero detto che aveva sparato un Valpreda.
Suor Letizia, tu che sei Giudici hai invece in un istante giudicato palesemente colpevole l’Alì e improvvisatati da Giudici a Sbirri lo hai immobilizzato e consegnato alle sbarre con francescana letizia.
Poi Fratello Sòla ha dovuto macinare nuove fakegnius per il tuo intervento da Sorella Luna.
E Emanuela non ce l’han ridata mai. Anfami.


(c) apolide sedentario 2019
DOWN DOW FOREVER
34

Anniversario della caduta del Muro di Berlino. Banda di testo sotto le immagini del TG5: “IL MURO SOPRA BERLINO”. La giornalista parlando sulle immagini e sul testo suddetto: “Il muro quel giorno crollò”. Deduzione logica: vennero spiaccicati al suolo tutti i Berlinesi. Come diceva Obelix: il cielo ci cade sulla testa (vuota capitalista e occidentale).

(c) apolide sedentario 2019

DOWN DOW FOREVER

34

grazie Wim Wenders e Peter Falk

Anastasiya e le foto di Amanda, le copertine dei magazine, quando era bambina.
Amanda che beccia, Amanda che seduce, Amanda che c’ha il ragazzo.
Amanda pornazzo soft.
Da granda vorrei diventare come Amanda.
Con quella seduzione acqua e sapone, quella faccina da americanina, pure se sei romena, da granda puoi diventare come Amanda.
Le copertine dei magazine. Sesso sangue soldi. Capitalismo, organo ufficiale dell’era contemporanea.
(Avvoltoi ritornano, come magnaccia)


(c) apolide sedentario 2019
DOWN DOW FOREVER
34

Piccola collezione di alcune fake news di regime sulla Madre di Tutte Le Feic: USTICA!

1)”E’ stato un missile lanciato da caccia israeliani ad abbattere il Dc 9 Itavia, il 27 giugno 1980, con 81 persone a bordo: questa nuova ipotesi sulle cause del disastro di Ustica è sostenuta in un libro di Claudio Gatti e Gay Hamel dal titolo “Il quinto scenario”. Secondo la ricostruzione dei due autori, Israele avrebbe inviato due Phantom dell’ aeronautica militare ad intercettare un aereo civile che trasportava uranio arricchito, destinato alla centrale nucleare, in Irak.” (La Repubblica 5-2-1994)
2)”Vincenzo Muccioli giura di non meravigliarsi più di niente: <<Ormai diranno che ho fatto la strage di Ustica. Mi aspetto di tutto.>>” (La Repubblica, 6-11-1994)
continua … »

LASTAMPA-eranoturisti-percasopuntoorg

…Erano turisti ???
Percaso?
Puntoorg?
Roma, Firenze e Venezia tremano e chiudono le filiali.
D’androcchia.


(c) apolide sedentario 2019
DOWN DOW FOREVER
34

 

 

 

 

Fake news del quotidiano socialista L’Avanti il 10 maggio 1978, giorno seguente all’omicidio mafioso di Peppino Impastato:
“Attentatore dilaniato da una bomba. Esponente di DP voleva far saltare la linea ferrata Trapani-Palermo?”

Fake news del settimanale Cronaca Vera quello stesso giorno:
“E’ saltato in aria da solo”

(Peppino Impastato fu ucciso dalla mafia per le sue trasmissioni di satira radiofonica, e il suo cadavere piazzato sui binari ferroviari)


(c) apolide sedentario 2019
DOWN DOW FOREVER
34

 

GE NO VA 20 LUGLIO 2001:
Fake news ripresa dai cameraman presenti in Piazza Alimonda, registrando l’urlo di un travisatissimo agente d’ordine pubico inseguente un manifestante pochi istanti dopo l’assassinio di Carlo Giuliani a Piazza:

“SEI STATO TU CON IL TUO SASSO”

(Carlo “Carletto” Giuliani fu sparato in faccia sotto l’occhio sinistro da un mai identificato altro agente, e vicino al suo cadavere vilipeso dalla camionetta che lo investì due volte altri agenti ancora piazzarono delle pietre per avvalorare la tesi del “sasso lanciato in testa da un altro manifestante”)


(c) apolide sedentario 2019
DOWN DOW FOREVER
34

ci siamo tutti rimasti con te piccolo Dr Hoffman di Scorch

Fake news del Segretario di Stato Statunitense generale Colin Powell, Assemblea dell’Onu, 5 febbraio 2003:
“Quando l’Iraq ammise finalmente di avere queste armi nel 1995, le quantità erano grandi. Meno di un cucchiaino di antrace in polvere, un po’ meno di questa quantità [disse mostrando la fiala] – questo è più o meno un cucchiaino – meno di un cucchiaino di antrace in polvere in una busta fece chiudere il Senato degli Stati Uniti nell’autunno del 2001. Molte centinaia di persone furono costrette a ricevere cure mediche di emergenza e due impiegati degli uffici postali furono uccisi solo a causa di questa quantità, più o meno, chiusa dentro una busta.”

(in seguito all’esposizione di quella bustina di zucchero poi comprovata non contenere alcuna antraccia di antrace, scoppiò la ventennale Terza Guerra Mondiale, per coerenza di “fakeismo” mai definita con il suo vero nome)


(c) apolide sedentario 2019
DOWN DOW FOREVER
34