C’era una volta un principino inglese figlio di William&kate e principale discendente dei Windsorrata e pretendente al trono.
Tutti dicevano “ma che bel principino principale discendente e pretendente biondino” e lo seguivano sui magazines con la stessa passione dei camionisti di un tempo per Le Ore.
E il principino cresceva biondino e venne il giorno ch’egli andasse a scuola, e a un Istituto scolastico fu iscritto.
Ma in quell’Istituto né il principino né gli altri bambini avevan l’obbligo di vaccinazione.

Morale della favola: William e Kate pagheranno alla Lorenzin i 500 euro di sanzione per mancata vaccinazione?
Etica della favola: il bambino più potente del mondo è meno iperprotetto (pelosamente e su tangente delle MultiNaziOnali farmaceutiche) dei mocciosi itagliani.


(c) apolide sedentario 2018
DOWN DOW FOREVER
34
GADSEIVTHEPRINCIPINOUNVACCINATED

 

– I profili genetici non sono più ritenuti sufficienti: d’ora in poi le Forze di Sicurezza dovranno rilevare anche il primo piano genetico, i tre quarti genetici, e la nuca genetica dei presunti terroristi.
– Le accuse contro alcune mannequin di essere uno scheletro e quindi un pessimo modello per le ragazze suona davvero strano alle orecchie degli Islamisti, che trovano invece gli scheletri occidentali un ottimo trend.
continua … »

– Las Palmas viene declassata ad una singola La Palma e prende pure il punteruolo rosso.
– Profondo discorso del Ministro alle Attività Produttive al Convegno dei Geografi. Il Ministro, parlando di latitudine, sostiene che l’atitudine al lavoro non è affatto (come sostengono gli anarchici) un indizio di autosotomisione e autoaservimento al Sistema, bensì una atitudine otima degli individui che andrebe incentivatisima sticazi.
continua … »

0. INTRO

Fulmini e saette, non sono più quello di una volta. Sono quello di tutte le volte. Tutte le volte che c’è il Su La Testa Festival di Albenga.
Ma non sono più quello di una volta. Al punto da credere a interwcnet quando mi bisbiglia che “i Perturbazione sono prodotti da Manuel Agnelli”. Col quale Manuel Sacrificali ho un conto in sospeso su la testa sua, un conto che si chiama Damocle.
Infatti al “Su La Testa” del Teatro Ambra di Albenga quest’anno ci vado al giovedì perchè è la sera di L’Aura e dei Blindur, e non per i Pertubazione.
Perbacco, fulmini e saette, invece è proprio con loro che esordisco nelle intraviste dicembrine annuali ormai tradizionali come il nataleequale che vien subito dopo tutti gli anni.
Non prima di aver salutato Mazzi il fonico, e Geddo e quelli dello Zoo che qui organizzano, sempre con più peli grigi e meno soldi, e che quando arrivo c’è l’allerta gialla, ma poi si sa che tuono con bontà, e che la popstar di solito ci sta, a farsi intravistare. Ché in fondo sono un “cativo” con l’aur-eola.

L'Aura, Perturbazione, Blindur

L’Aura, Perturbazione, Blindur


continua … »

1) Totò Riina: IN BILICO I PROSSIMI G8 PER LO SBANDAMENTO DEI CAPI DEL MONDO ALLA MORTE DEL CAPO DEI CAPI
2) vacilla la Spagna: BARCOLLONA
3) itaglia bischera e biscarda: IL PROCESSO DEL LUNEDI FINI’ IN PRESCRIZIONE
4) capitalismo: SPESA PUBBLICA, ACCUMULO PRIVATO
5) Weinstein, Strauss-Khan… : LA cAZZA ELETTA
6) IL POPOLO ATTESE LE URNE SINCHE’ DIVENNERO CINERARIE
7) LA BANDA bassotti LARGA


(c) apolide sedentario & marino ramingo giusti – 2017
DOWN DOW FOREVER
34

– I funghi velenosi hanno aderito all’Isis.
– Secondo i Servizi, alcuni quotidiani bipartisan la bipartisanno. Perciò la dovranno bipartisancantare, ovviamente in perfetta armonia di bipartisancanto e bipartisancontrocanto.
continua … »

– Tutto ciò che è materia, ovvero che possiede massa, dovrà pagare la tassa sul possesso della massa stessa, e sticassi.
– L’Agenzia delle Entrate ritiene che Felice Matteucci (1808-1887, inventore insieme a E. Barsanti del motore a scoppio) debba essere multato per doppia vendita dello stesso prodotto, e relativa evasione fiscale. Si reputa infatti che egli abbia venduto il motore agli Ammmericani, e lo scoppio agli Islamisti.
continua … »

– Le folle di follower hanno di che temere, essendo il Califfo proprio in cerca di affolloweramenti di idioti da sterminare.
– In genere i contrasti, dopo un momento di inasprimento in adolescenza, diminuiscono da adulti. Ma sappiamo bene di essere una società di eternamente in febbre del sabato sera e che non vuole crescere (se non si intenda crescita in senso economico). Al massimo più che adulti si diventa adulteri. Ed ecco spiegato il conflitto contro i lapidatori.
continua … »

Sedetevi sulla vostra pigrizia idealistica che vi racconto una storiella moralistica.
Vi racconto come è nato questo sito.
C’era una volta il 2000 (e il bug annesso fasullo oppure feic come ci dicono adesso).
L’anno prima si organizzava a Imperia un Festival della Libera Espressione.
Erano gli anni che Asia Argento era una supervippa ovunque a fare manifestazioni di sregolatezza, tanto da anche firmare manifesti per la Libera Espressione, ed esser contattata affinché fosse ospite di quell’evento (presenti poi Freak Antony e i suoi Skiantos nonché Alberto Camerini).
Non sapendo come contattare la rampolla della Famiglia Horror, trovo un di allora “forum ufficale” nel sito della stessa.
Posto che non si diceva ancora “posto”, posto un mio appello ad Asia che mi scriva per invitarla al Festival.
Asia mi dice un “ciao” e fa capire che mi contatterà.
Quel forum fioccava di “ciao” e di “sei bella” e poco altro più. E io ragiovano: ma se chi segue Asia sa solo dire “sei bella” o poco più dove andremo a finire poco meno?
Unica forte eccezione a quella sequenza di “saluti e baci” era un “disturbatore” (oggi direbbero “troll” oppure “hater”) che qui là bestemmiava.
Apriti cielo. Bestemmiava. Scendano fulmini. Sul sito di una autodichiarata “maledetta”, costui bestemmiava nientemeno. Caterve di insulti dai peluche di Asia verso il disturbatore.
Io provo a dire che nel sito di una ribella la bestemmia se non proprio eleganza è comunque accettabile coerenza.
Sfilza di insulti pure contro me. Meno da parte del Disturbatore e di un altro utente ancora più bislacco.
Il quale mi dice che ci perdo tempo a difendere idee sul sito di Asia, e che piuttosto un sito lo apre lui pur di lasciarmi esprimere.
NEL GENNAIO SUCCESSIVO NASCE TURISTIPERCASO.ORG
Intanto Asia mi scrive sulla e-mail. Ma il tono non è risposta a quel mio invito serioso e argomentato per partecipare al Festival. Piuttosto è un ammiccamento molto glam-seduttivo.
Asia non mi ha mai visto, sono uno che le scrive sopra un forum del pre-duemila. Ma nella sua prima e-mail c’è solo ammiccamento erotizzante.
Le rispondo freddamente che stiamo parlando di un Festival di Idee e ribadisco le argomentazioni.
Lei (che inizialmente aveva aderito al Festival in intenti) mi risponde che sta girando il suo primo film porno e non potrà presenziare.
In quegli stessi esatti anni un tal produttore ammmericano Weinstein come consolidata prassi dello starsystem da Marilyn a Madonna sino ad Asia la scopa (ma nel caso di Asia a sua insaputa), dice oggi Asia Bronzo sui giornali arrivando quarantesima all’appello delle attrici molestate.
Asia mi molestò proponendomi seduzione mentre le parlavo di Cultura? Se vuoi che vengo al Festival me lo dai?
Sindrome di Stoccolma? Io sto colma a Stoccolma o a Hollywood?

morale della verità (ché non è fiaba quella raccontata):
l’acqua calda viene ciclicamente riscoperta e qualcuno ci surfa

postscriptum: ho ancora le e-mail di Asia, qualora le saltasse il grillo cinquestelle di insinuare che sto inventando o “haterizzando”, visto che io le bestemmie le difesi, ma le parolacce ingl(cerebro)lesi non le so


(c) Apolide Sedentario 2017
DOWN DOW FOREVER
34
GRAZIE CUMPARE GUASTATORE DI QUEL FORUM CHE DA DICIASSETTANNI SEI PERCAOS IL MIO MEGAFONO

(dal Satiricon di Petronio Arbitro – al Var: Apolide Sedentario)

Ecco com’è il nostro popolo: a casa tanti leoni dei Lyons, fuori dall’uscio tante pecore Dolly.
Un tempo le donne benestanti andavano a piedi nudi con i capelli sciolti e il cuore puro a supplicare il cielo che mandasse la pioggia. Ora quelle stesse donne, coi loro tacchidodici e i capelli stirati e il culo in fuori, salgono ai piani alti quando piove, nell’alluvione rituale d’ogni anno.
Non ci sarebbe un paese migliore del nostro se avessimo degli uomini come si deve.
Ma in questo momento siamo in crisi, e mica soltanto noi. Intanto però tra tre giorni avremo un magnifico spettacolo: un bello scontro gladiatoriale tra precari della scuola, durante una lezione al Colosseo, in un reality snuff. Proibito il ritirarsi.
L’ex amministratore delegato che sponsirezzerà quel catch letale ha avuto trenta milioni di buonuscita: anche se spende quattrocentomila euro non se ne accorgerà nemmeno. E per di più passa all’immortalità della fama mediatica mondiale, col nuovo format real-gladiatoriale.
Ci sarà pure una donna, nell’arena. Sarà violenza estrema.

MORAGLIO DELLA FAVOLA: Duemila anni che non cambia un cazzo di priapo. Fate Vobis. Quo Vadis Ammerdam.


(c) apolide sedentario & petronio arbitro
riferimento bibliografico: Satiricon, 45.
DOWN DOW FOREVER & ROMA BRUCIA
34